In estate la vita all’aria aperta è spesso resa meno piacevole dalla presenza di zanzare sempre più aggressive. Come scegliere il miglior repellente per trascorrere la bella stagione senza essere punti?

Le principali caratteristiche del repellente per zanzare

Quando arriva la bella stagione arrivano immancabilmente un gran numero di insetti più o meno fastidiosi tra cui le zanzare. Inutile negarlo: le zanzare sono tra gli insetti più antipatici dell’estate, sia per le dolorose e pruriginose punture che per il ronzio che spesso rovina il sonno durante la notte o i pomeriggi.

Per tenere lontane questi insetti fastidiosi si possono utilizzare strumenti meccanici, come le zanzariere, naturali, come le piante di basilico, l’aglio o la citronella, oppure repellenti per zanzare di tipo chimico, da scegliere tra i più sicuri e, soprattutto, tra quelli che garantiscono un risultato tangibile. Non è raro, infatti, che si utilizzino spray o altri metodi anti-zanzara che, in realtà, non risultano realmente efficienti. Il motivo è spesso legato al principio attivo utilizzato all’interno del prodotto e alla concentrazione dello stesso.

La maggior parte dei repellenti per zanzara fa uso di citrodiol, di dietiltoluamide, di icaridina o di IR 3535. Ma quali sono le caratteristiche di questi quattro componenti? Si tratta di composti equivalenti o vanno selezionati a seconda del tipo di zanzara? Inoltre, la domanda che sicuramente interessa molti genitori è se questi zanzaricidi possono essere utilizzati in sicurezza anche sulla pelle delicata dei più piccini.

Il Citrodiolo o Paramatandiolo

Il citrodiolo è il nome commerciale del paramatandiolo, un particolare composto di origine vegetale che viene regolarmente utilizzato come repellente per zanzare. Per sicurezza nell’uso può essere paragonato ai repellenti derivanti da estratti di lavanda, di geranio, di citronella o di altre piante che sono rinomate per allontanare le zanzare. Tuttavia, a differenza di questi composti, il citrodiolo è molto più efficace. Si tratta di un olio raffinato derivante dalle foglie dalla pianta di eucalipto citrato. Tuttavia, questo composto può essere anche sintetizzato in laboratorio.

Derivando da un estratto naturale, può essere utilizzato anche sulla pelle dei più piccini. Va tuttavia sottolineato che l’efficacia di questo elemento può variare a seconda delle concentrazioni all’interno del prodotto. La differenza di concentrazione è importante anche per il tipo di uso: per i più piccoli, infatti, si consiglia una concentrazione non superiore al 6%.

Il Dietiltoluamide (DEET)

Questo composto può essere considerato il più noto e importante repellente per zanzare e viene utilizzato dalla maggior parte delle case di produzione di repellenti. Si tratta di un prodotto storico, la cui prima apparizione è datata alla metà del secolo scorso quando i militari americani usavano il Deet durante le campagne militare nel sud est asiatico e, in particolare, in Vietnam.

I repellenti per zanzare che fanno uso di dietiltoluamide non sono tuttavia equivalenti tra di loro: a seconda dei prodotti, infatti, è possibile che il deet sia presente in concentrazioni variabili tra il 7 e il 35%. La differenza è fondamentale quando si cerca un prodotto per bambini, visto che in tal caso è meglio puntare su una concentrazione più bassa. Anche eventuali pelli delicate dovrebbero scegliere prodotti a bassa concentrazione di deet visto che, alla lunga, si potrebbero verificare arrossamenti, irritazioni o intolleranze. A seconda della concentrazione i repellenti con deet possono avere un’efficacia variabile tra le due e le dieci ore.

L’Icaridina

Anche noto come Picaridina o KBR 3023 questo composto è relativamente nuovo sul mercato, ma ha saputo subito imporsi per una serie di interessanti caratteristiche. Per prima cosa presenta un’efficacia solo leggermente inferiore a quella del deet, ma presenta una maggiore sicurezza. Infatti l’icaridina non viene facilmente assorbita dalla pelle e, pertanto, garantisce una minore possibilità di insorgenza di irritazioni. La sua durata è elevata, visto che può arrivare a dieci ore. Naturalmente, come per il deet, anche per l’icaridina la durata è strettamente connessa con la concentrazione del composto all’interno del repellente. Quando si utilizza il prodotto sui bambini è necessario che la concentrazione sia inferiore al 10%. In caso di adulti, invece, si possono raggiungere tranquillamente concentrazioni del 20% o superiori.

IR3535 o AMP

Questo principio attivo non è molto efficace come i precedenti però presenta un particolare molto importante, ossia quello di poter essere utilizzato con maggiore sicurezza sui bambini. La sua efficacia è limitata in termini di durata, visto che è stata calcolata essere solo di una mezz’ora, rispetto alle tre o più ore degli altri repellenti. Anche in questo caso la durata dell’efficacia è strettamente connessa alla concentrazione del principio attivo, che può variare tra il 7 e il 30%.

Non solo repellente chimico: trappole a CO2, ultrasuoni e lampade

Oltre ai classici spray, le zanzare possono essere tenute lontane anche con altre interessanti proposte del mercato, ossia le trappole ad anidride carbonica, gli ultrasuoni e le lampade anti-zanzara.

Le trappole a CO2 sono particolarmente indicate nei giardini di medie dimensioni. Sono dei dispositivi che emettono particolari concentrazioni di anidride carbonica, il gas che  è riconosciuto come essere il principale elemento attrattore per questi insetti. Se fino a non molto tempo fa, infatti, si pensava che le zanzare preferivano pungere una persona piuttosto che un’altra per via del cosiddetto sangue dolce, ora si sa che è l’anidride carbonica prodotta dalla respirazione epiteliale che attira le zanzare.

Queste trappole, quindi, emettono l’anidride carbonica in grado di attirare le zanzare presenti in zona che, tuttavia, non potendo poi succhiare il sangue per nutrirsi e nutrire le uova, tenderanno a morire. Si ricorda, infatti, che sono solo le zanzare femmine e fecondate che si nutrono di sangue, per poterne assimilare le proteine.

Gli anti-zanzare a ultrasuoni sono stati a lungo preferiti rispetto agli spray perché rappresentano una soluzione completamente naturale. Sono altamente consigliati soprattutto nelle camerette dei piccolini, sulla cui pelle non è possibile utilizzare repellenti chimici. Va tuttavia sottolineato che, rispetto agli altri prodotti, gli ultrasuoni rappresentano quelli meno efficaci, soprattutto per via del ridotto campo di azione.

Infine, molto comode sono anche le lampade anti-zanzare: sul mercato sono presenti molti diversi modelli, più o meno efficienti a seconda del tipo di utilizzo che se ne deve fare. Si può quindi scegliere tra le lampade elettriche, ossia quelle che fulminano la zanzara (o altri insetti) che si avvicinano troppo alla luce; ci sono poi le lampade con ventola, che prima attirano le zanzare con una particolare luce ultra-violetta e poi le aspirano. Infine, vi sono delle lampade che semplicemente emettono luce che le zanzare considerano fastidiosa, per cui si allontanano senza morire.

Il miglior repellente per zanzare: come scegliere

Quando si deve acquistare un repellente per zanzara, sia esso in spray, su braccialetto, a ultrasuoni o altro è importante quindi per prima cosa valutare il principio attivo. Quelli elencati in precedenza rappresentano i migliori per sconfiggere le zanzare e per salvarsi dalle loro punture. Tuttavia, come evidenziato, anche la concentrazione del principio attivo è fondamentale per assicurarsi di un’efficacia durevole nel tempo.

Repellente zanzare Autan Tropical Vapo

repellenteQuesto repellente di Autan rappresenta uno dei più indicati tra i numerosi prodotti anti-zanzare proposti da questa casa. Si distingue per prima cosa per l’essere caratterizzato da un vaporizzatore non sotto pressione, assicurando quindi una maggiore sicurezza nell’uso del prodotto. Avendo seri problemi con le zanzare, posso dire di avere utilizzato un gran numero di prodotti, spesso cambiandoli in caso di indisponibilità dell’uno o dell’altro. Questo rappresenta secondo me il migliore, sia per la profumazione che per l’efficacia.

Il principio attivo che lo caratterizza è l’icaridina, con una concentrazione al 20%. Questo assicura una buona durata nel tempo. Utilizzato prima di andare a correre o praticare sport all’aria aperta è in grado di garantire una perfetta protezione anche in caso di sudore. Va tuttavia rimesso dopo la doccia. Può essere utilizzato in qualsiasi momento, anche se si consiglia di farne uso solo quando necessario, ossia quando si esce la sera per andare a una cena in giardino o in altre occasioni specifiche. Quando le zanzare sono presenti anche in casa rappresenta una soluzione perfetta, da utilizzare due-tre volte al giorno a seconda dei casi, ossia a seconda di quanto le zanzare vi apprezzano!

PRO

  • realmente efficace contro le zanzare;
  • pratico e facilmente utilizzabile;
  • è disponibile sia in vaporizzatore che in spray a seconda delle preferenze.

CONTRO

  • la confezione da 100 ml finisce in fretta per chi ne fa un utilizzo frequente, durando circa una settimana;
  • dopo lo spruzzo va spalmato, lasciando le mani leggermente appiccicose
  • non indicato per i bambini, per via dell’elevata concentrazione di icaridina.

Acquista Ora

Braccialetto Antizanzare di Livebetter

repellenteChi non ama cospargere il proprio corpo con spray e repellenti chimici può optare per una soluzione molto pratica ed esteticamente interessante, ossia quella dei braccialetti antizanzare. Il modello di Livebetter è realizzato per poter essere usato sia dai bambini che dagli adulti, come braccialetto o come cavigliera, a seconda dei gusti e delle esigenze. Ogni confezione presenta cinque braccialetti, per una durata di circa dieci giorni l’uno. Inoltre, sono disponibili sei adesivi, per attaccare i braccialetti nei pressi della propria postazione se non si vogliono indossare.

Il repellente utilizzato per questi braccialetti è completamente naturale, garantendo quindi la massima sicurezza per la pelle. La formulazione, a base di citronella, è proprietaria: gli studi portati avanti dai laboratori di Livebetter hanno infatti dato vita a una composizione specifica in grado di essere superiore a quella dei diretti competitors.

Il raggio di azione del braccialetto è di circa due-tre metri: questo significa che si è protetti dalle zanzare anche se si sceglie di non indossare il braccialetto ma di tenerlo, ad esempio, sulla scrivania mentre si lavora o accanto al letto durante la notte. La possibilità di regolare le dimensioni del braccialetto, tuttavia, permettono di scegliere sempre un’ampiezza in grado di non dare alcun fastidio, potendo essere utilizzato così in piena libertà e senza preoccuparsi di nessun tipo di zanzara.

PRO

  • braccialetto regolabile, perfetto quindi per bambini e adulti, polsi o caviglie;
  • lunga durata della protezione, fino a 72 ore ogni bracciale;
  • composizione del repellente completamente naturale, a base di estratti vegetali.

CONTRO

  • inadatto a quanti hanno intolleranze o allergie alla citronella o agli alti componenti del braccialetto;
  • non adatto ai neonati, nonostante l’uso di elementi naturali;
  • non in grado di tenere lontane tutte le tipologie di zanzare: le zanzare tigre resistono a questo tipo di prodotto.

Acquista Ora

Repellente zanzare a ultrasuoni di Baseus

repellenteQuesto anti-zanzare a ultrasuoni è molto facile da utilizzare: basta infatti inserire la spina nella presa della corrente e gli ultrasuoni inizieranno ad essere emessi in modo da infastidire e allontanare zanzare e altri insetti, come ragni e scarafaggi. Può essere utilizzato in casa o in altri ambienti garantendo un ottimo risultato, avendo un’efficacia sicura su aree comprese tra gli 80 e i 120 metri quadri. Naturalmente, la conformazione dell’ambiente influenza l’efficacia del repellente: gli ultrasuoni, infatti, non sono in grado di attraversare porte e muri per cui assicurano la massima efficacia solo nelle stanze in cui sono inseriti.

Per un corretto utilizzo il dispositivo a ultra-suoni va collocato a un’altezza di circa un metro dal suolo. Inoltre, va posizionato in modo che sia in verticale. Se le spine di casa non sono posizionate nel giusto modo si consiglia di acquistare degli adattatori girevoli. Il corretto funzionamento del dispositivo è evidenziato da una piccola luce azzurra che lampeggia.

Può essere posizionato in qualsiasi stanza: la completa mancanza di elementi chimici, infatti, lo rende sicuro per gli uomini, per i bambini piccoli e per gli animali domestici. Si sconsiglia l’uso, invece, in caso di presenza di criceti in casa, essendo sensibili a questo tipo di ultrasuoni. La frequenza emessa, infatti, è compresa tra i 22 e i 65 kHz: si tratta di una frequenza particolare, in grado non solo di allontanare le zanzare, ma anche i roditori, come i topi. Per questo motivo, rappresentano un fastidio non indifferente anche per i simpatici criceti.

A differenza della maggior parte dei repellenti, che hanno effetto immediato, gli ultrasuoni hanno bisogno di un po’ di tempo per assicurare il completo allontanamento di insetti e altri animali: per questo motivo, una volta inseriti, dovranno essere tenuti sempre in carica, in modo da non interrompere l’emissione di ultrasuoni. Questi repellenti, infatti, dapprima riducono la sensibilità delle zanzare e successivamente, in seguito a un bombardamento ultrasonico continuo, ne danneggiano il sistema nervoso.

PRO

  • il repellente a ultrasuoni non fa uso di prodotti chimici e non si applica sulla pelle;
  • allontana non solo le zanzare ma anche altri tipi di insetti e piccoli roditori;
  • non uccide gli insetti, per cui non sarà necessario pulire.

CONTRO

  • non garantisce un risultato immediato, ma è necessario un certo intervallo di tempo prima che si possano vedere gli effetti;
  • gli ultrasuoni non attraversano muri e porte per cui è necessario un dispositivo in ogni stanza;
  • la luce lampeggiante del corretto funzionamento può essere fastidiosa durante la notte.

Acquista Ora

Lampada anti-zanzara di CroLED

repellenteQuesta lampada è una vera e propria trappola mortale per le zanzare che dapprima vengono attratte dalla luce viola e rossa e poi fulminate all’interno della rete elettrica ad alta tensione che si trova vicino alla lampada stessa. La luce viola e rossa è stata realizzata per creare una temperatura simile a quella del corpo umano, in modo da attrarre maggiormente le zanzare. Perfetta per l’utilizzo nelle camere da letto, in cucina e in altri ambienti di piccole o medie dimensioni perché presenta un campo di applicazione di circa 35 metri quadri. Un’importante caratteristica di questo repellente per zanzare è che è completamente sicuro, non emettendo alcun tipo di sostanza chimica. Inoltre, la presenza della luce viola assicura il massimo comfort anche durante la notte visto che questo colore non interferisce con il sonno.

La non è esclusivamente un prodotto anti-zanzare: può essere infatti utilizzato anche come semplice lampada LED. A seconda della modalità di accensione, quindi, potrà essere utilizzata solo come lampada, solo come anti-zanzara o con entrambe le funzioni.

Dal punto di vista tecnico, questo dispositivo può essere considerato come una vera e propria lampada ad uso domestico: funziona infatti con un voltaggio standard da 220-240 volt e presenta un consumo molto basso, pari a 9 watt. Di questi, 6 watt sono per la componente illuminazione e 3 per la potenza anti-zanzare.

PRO

  • totalmente sicura, non fa uso di sostanze chimiche per uccidere le zanzare;
  • può essere utilizzata sia come lampada che come anti-zanzare che in entrambe le modalità;
  • permette l’eliminazione sia delle zanzare che di altri insetti fastidiosi.

CONTRO

  • presenta un raggio d’azione relativamente basso, essendo inferiore ai quaranta metri quadri;
  • il rumore delle zanzare che vengono fulminate può essere molto fastidioso;
  • il prezzo è leggermente alto.

CONCLUSIONI

Scegliere il miglior repellente per zanzare non è sempre semplice e immediato visto che si devono prendere in considerazione una serie di elementi. Quando si deve trascorrere una giornata fuori, in campeggio o in montagna, optare per un repellente spray rappresenta sicuramente la soluzione più rapida, così come quello di indossare un braccialetto che allontani gli insetti fastidiosi.

Quando invece si deve adottare una soluzione per la casa o per il giardino, la scelta è più complessa: spesso, infatti, non è solo la qualità del prodotto da dover prendere in considerazione ma anche l’estensione e le caratteristiche dell’ambiente. In alcuni casi può essere utile optare per semplici candele di citronella ma se l’area in cui si vive è infestata dalle zanzare, questi repellenti da soli non possono bastare e sarà necessario optare per altre soluzioni. Si potrà quindi scegliere tra trappole a CO2 o lampade anti-zanzara, le prime più idonee ad ambienti di grosse dimensioni, le seconde migliori per un terrazzo sul quale trascorrere la serata con amici.