Home Casa e cucina Alimenti e Bevande Liquori dolci, quale scegliere per accompagnare ogni tipo di dessert

Liquori dolci, quale scegliere per accompagnare ogni tipo di dessert

Sponsored by Amazon

I liquori dolci sono il modo perfetto per completare un pranzo domenicale impegnativo. Vanno ovviamente scelti in base al tipo di dessert che devono accompagnare, preferendo brandy e rum per i dolci secchi e mirto, mandarino, limoncello oppure anche cognac e whisky per quelli farciti con le creme.

Liquori dolci: Limoncino Bottega

PRO

  • Si tratta di un liquore che ha potere digestivo e che si sposa benissimo con tanti tipi di torte e dolci a cucchiaio diversi.
  • Ha un perfetto bilanciamento tra la parte zuccherina e quella alcolica e si lascia bere facilmente, grazie anche alla nota fresca del limone.
  • Può essere bevuto indifferentemente sia a temperatura ambiente che ghiacciato, se conservato nel freezer non si congela ma resta liquido e cremoso.

CONTRO

  • Ha una gradazione alcolica particolarmente alta, quindi potrebbe essere poco tollerato da chi non è abituato ai super-alcolici.
  • È, come tutti i super-alcolici, ricco di calorie, quindi non adatto a chi segue una dieta ipocalorica.
  • Non è particolarmente adatto per realizzare la bagna di torte, per via della sua consistenza cremosa.

Il limoncello o limoncino è un liquore dolce molto buono che si sposa benissimo con dolci elaborati e torte ripiene di crema e di cioccolato. Con quel suo gusto di limone e il profumo di Sorrento, è il liquore ideale per esaltare il sapore delicato delle creme, in quanto ne stempera il sapore troppo zuccherino. Il grado alcolico contenuto nel limoncino, inoltre, permette di creare un effetto digestivo che può aiutare moltissimo nei casi di dessert impegnativi, a base di creme pannose e grasse. A me piace molto la consistenza del limoncello, né troppo liquido ma neanche troppo cremoso, vellutato al palato. Questo liquore viene realizzato con le bucce di limone il che rende il prodotto ancora più gustoso, una vera ventata di freschezza e sapore nella bocca. Va benissimo da consumare sia a temperatura ambiente che ghiacchiato, soprattutto in estate.

Liquori dolci: Caffè Borghetti

PRO

  • È un liquore con un buon equilibrio fra parte alcolica e parte zuccherina.
  • Può essere consumato in modo ottimale sia al naturale che con un cubetto di ghiaccio al suo interno.
  • Può essere utilizzato come bagna per torte e dolci, in particolare per il Tiramisù, un dolce della tradizione che viene preparato con il caffè.

CONTRO

  • Il liquore deve essere conservato a riparo della luce perché calore e raggi del sole potrebbero comprometterne la qualità.
  • Trattandosi di un prodotto a base di caffè, viene erroneamente ritenuto poco alcolico, invece la quantità di alcool al suo interno è notevole: 300 ml per un litro di liquore.
  • Ha un sapore di caffè molto intenso, quindi chi non ama questa bevanda non apprezzerà il liquore.

Caffè Borghetti è un liquore a base di caffè espresso. Si tratta di un super-alcolico che nasce dalla fusione del caffè esclusivamente di miscela arabica o robusta, con l’alcool. Ha un sapore molto aromatico, dolce ma senza eccesso, al palato morbido e avvolgente. Io lo amo gustare da solo, come il classico ammazza-caffè, ma è ottimo pure gustato con pasticceria secca o biscotti fatti in casa. Si gusta a temperatura ambiente e non necessita di un passaggio in frigo, che potrebbe compromettere la consistenza del liquore. Tuttavia può essere impreziosito con un cubetto di ghiaccio, per un tocco di freschezza in più. Per il suo aroma al caffè può essere utilizzato con successo anche nella preparazione di un dolce della tradizione come il Tiramisù. Viene considerato il liquore per eccellenza dei tifosi di calcio: viene prodotta una confezione speciale monodose in bottiglietta di plastica, da portare allo stadio e gustare mentre si segue la partita.

Liquori dolci: Amaretto Disaronno

PRO

  • Perfetto per dolci di ogni tipo, in particolare la pasticceria secca, poiché ha un gusto simile al marzapane.
  • Può essere gustato sia liscio che con ghiaccio, perfetto per la realizzazione di cocktail di diverso tipo.
  • Ottimo anche da utilizzare come bagna per dolci di ogni tipo, soprattutto torte.

CONTRO

  • Liquore abbastanza alcolico, il suo utilizzo per i dolci deve essere limitato nelle torte per i bambini.
  • Contenendo frutta secca può avere effetti allergenici in soggetti a rischio.
  • Non potendo essere conservato nel freezer, il suo consumo è consigliato soprattutto nella stagione invernale, anche se con un cubetto di ghiaccio è ottimo anche in estate.

L’Amaretto di Saronno è un liquore storico che viene prodotto nella città di Saronno e viene realizzato con un mix di ingredienti che sono anche la base degli amaretti, un dolce tipico locale. Questo liquore, che è perfetto con i dolci secchi, viene preparato con un mix di mandorle dolci, brandy, zucchero tostato e acqua. Viene consumato liscio o con un cubetto di ghiaccio ed è utilizzato anche come base per la preparazione di diversi cocktail come il Godfather, nel quale viene mescolato con il whisky, oppure il Godmother nel quale l’amaretto viene bilanciato con la vodka. Per il sapore che ricorda molto quello del marzapane, a me piace molto mixarlo con liquori a base di caffè perché ritengo che questa mistura possa esaltarne il gusto. L’ho utilizzato anche come bagna per dolci a base di albicocca poiché è un abbinamento particolarmente buono. Il liquore è conosciuto in tutto il mondo e il suo nome non viene tradotto vista la sua notorietà.

Liquori dolci: Alchermes Giarola

PRO

  • Liquore storico, realizzato con la stessa ricetta dall’Ottocento.
  • Può essere utilizzato in tanti modi diversi, sia come liquore a fine cena che come bagna per torte e per la preparazione della Zuppa Inglese.
  • Ha un sapore molto gradevole, grazie al sentore di acqua di rosa, uno degli ingredienti utilizzati per la sua produzione.

CONTRO

  • È un alcolico a tutti gli effetti, per questo deve essere utilizzato con parsimonia per la realizzazione di dolci destinati ai bambini.
  • Si tratta di un liquore storico ma la sua produzione è rallentata negli ultimi anni, quindi non è facile da reperire.
  • Il suo sapore particolarmente dolce potrebbe non essere gradita a tutti i palati.

L’Alchermes è un liquore storico italiano, che può essere gustato da solo ma è soprattutto utilizzato per la realizzazione di dolci e torte. La sua preparazione prevede l’utilizzo di acqua, zucchero, alcool, chiodi di garofano, cardamomo, cannella, lamponi e acqua di rose. Il suo colore tipicamente rosso era ottenuto in origine con un colorante di origine naturale come il cocciniglia ma oggi vengono preferiti coloranti artificiali specifici per la produzione alimentare. Può essere gustato da solo, accompagnandolo a pasticceria secca o meglio ancora a pasticcini ripieni poiché il suo sapore si esalta a contrasto con la voluttuosità di creme di ogni tipo. Questo liquore, però, è preferito soprattutto nella preparazione di torte e dolci, una su tutte la Zuppa Inglese oppure torte a base di crema pasticceria e panna. Io lo utilizzo soprattutto nella preparazione dei dolci ma non disdegno un bicchierino dopo cena, liscio e senza ghiaccio.

Liquori dolci: Rum Zacapa Edicion Negra

PRO

  • Il rum è perfetto liscio, gustato con ghiaccio oppure utilizzato nelle torte e nei dolci.
  • Non è mai uguale a se stesso perché in base alla tipologia scelta assume un sapore differente.
  • Il suo sapore secco e aromatico è perfetto dopo un pasto ma anche come bicchiere della staffa prima di concludere la serata.

CONTRO

  • È particolarmente alcolico, da utilizzare con parsimonia nei dolci per il suo sapore intenso.
  • Il retrogusto talvolta aspro o amaro potrebbe non incontrare le preferenze di tutti.
  • Può essere molto costoso, soprattutto quello con un lungo invecchiamento.

Il rum è il liquore per eccellenza da utilizzare liscio, accompagnato secondo la tradizione da un sigaro, oppure utilizzato come bagna per dolci di ogni tipo. In quest’ultimo caso deve essere diluito con acqua per non essere troppo forte nel sapore. Esistono diversi tipi di rum, preparati sia in Italia che all’estero, in particolare a Cuba. Io amo gustarne un bicchierino a temperatura ambiente ma si può anche raffreddare il liquore con l’inserimento di un cucchiaino di ghiaccio al suo interno. Lo sfrutto molto anche per la preparazione dei dolci perché quel suo sentore di canna da zucchero è perfetto per abbinarsi alla cremosità di panna e cioccolato. In base al tipo di rum che si gusta, possono emergere profumi e sapori diversi, che vengono influenzati molto anche dalla durata dell’invecchiamento e dal tipo di botte utilizzata.

CONCLUSIONI

I liquori dolci sono un ottimo accompagnamento per i dessert di ogni tipo ma si deve avere l’accortezza di scegliere il liquore dolce migliore per ogni tipo di pasticceria. Io preferisco soprattutto il Limoncino e l’Amaretto di Saronno perché sono molto versatili e ottimi sia bevuti lisci che utilizzati per la preparazione delle torte.