Home Sport e tempo libero Sport acquatici Pinne da immersione e snorkeling: quali scegliere?

Pinne da immersione e snorkeling: quali scegliere?

Sponsored by Amazon

Chi vuole rendere la propria esperienza al mare sempre più elettrizzante può scegliere di acquistare un buon paio di pinne, ottime sia per una semplice nuotata che per una vera e propria immersione.

Diamo un’occhiata a dieci proposte interessanti in un settore in continua evoluzione, capace di implementare tecnologie sempre più all’avanguardia.

Cressi Pluma

PRO

  • Scarpetta morbida che non causa alcuna fatica al piede
  • Ottimo rapporto fra qualità e prezzo
  • Funzionano nella maniera migliore in acque libere

CONTRO

  • Le pinne calzano leggermente larghe
  • Non dispone dell’apertura frontale riservata alle dita dei piedi
  • Modello poco adatto a professionisti dell’immersione

Iniziamo la nostra rassegna dedicata alle pinne con una proposta realizzata dal marchio Cressi, tra i più gettonati del settore.

Pluma è un genere di pinna realizzato in polipropilene, un materiale che mira alla comodità di chi la indossa e alla resistenza ad ogni sollecitazione. Dalla forma anatomica, dispone di ottimi canali di ventilazione che consentono un ricambio d’aria corretto e adeguato. La cella destinata al contenimento del piede è situata nella parte inferiore della pinna, che può essere messa e tolta anche in acqua senza alcuna difficoltà grazie ad una buona linguetta di estrazione integrata. La coppia di pinne risulta così ideale sia per nuotare in maniera esclusivamente ludica che per praticare un’attività agonistica.

Cressi Rondinella

PRO

  • Pinne curate nei minimi dettagli
  • Materiali ad alta resistenza
  • Ottime per immersioni e snorkeling

CONTRO

  • Modelli aperti in corrispondenza delle dita, con quale rischio nelle rocce
  • Abbastanza corte rispetto ad altre pinne della stessa taglia
  • Si tolgono da sole con una certa facilità

Chi vuole praticare snorkeling a livello amatoriale ed effettuare immersioni piacevoli può provare le pinne da nuoto Rondinella realizzate dal marchio Cressi.

Il prodotto è stato concepito in un materiale in polipropilene, ad elevata reattività e dalla leggerezza tutta da sottolineare. In corrispondenza del piede, ecco una gomma in elastomero capace di avvolgerlo in una situazione di massima comodità. Ci sono anche i longheroni laterali e una pala col bordo protettivo che rende l’accessorio sempre più interessante sotto l’aspetto prestazionale. La pinna Rondinella si lascia apprezzare proprio per un perfetto connubio di semplicità d’utilizzo e performance di assoluto rilievo. Nel complesso, le pinne vanno benissimo sia per l’apnea che per una bella nuotata in superficie, fornendo tutto ciò di cui il cliente ha bisogno.

Finis Long Floating Pinne

PRO

  • Garantiscono potenza e tecnica durante la gambata
  • Materiale in ottima gomma galleggiante
  • Rinforzano al meglio le gambe

CONTRO

  • Qualche problema di taglia in occasione della spedizione
  • Calzano un po’ strette
  • Pala non molto lunga

Proseguiamo nella nostra carrellata di pinne acquatiche di ottimo livello con le Long Floating prodotte dal brand Finis.

L’obiettivo principale di questi modelli è garantire ottime prestazioni a coloro che decidono di indossarli. Sono muniti di una lama idrodinamica allungata, ideale soprattutto per una gambata a farfalla di ottimi livello. Le pinne galleggiano così bene da fare in modo che le gambe salgano e riducano il peso sul resto del corpo. Il design riesce a proteggere contro la flessione delle caviglie troppo ampia e consente una netta crescita del comfort. La gomma morbida rende questi prodotti ideali sia per gli allenamenti quotidiani all’interno della piscina, sia per nuotare in acque libere. Nel complesso, le pinne garantiscono un miglioramento sia della tecnica che della potenza, con nuotate possibili quasi da professionisti.

Arena Powerfin – Pinne da nuoto

PRO

  • Ottime per far crescere la propulsione
  • Modelli di alto livello costruttivo
  • Prezzo accessibile

CONTRO

  • Modelli un po’ troppo pesanti
  • Potrebbero riempirsi di macchie bianche poco piacevoli a causa del cloro
  • Sembrano non adatte per migliorare il ritmo della gambata in occasione delle varie fasi di allenamento

Le pinne da nuoto Powerfin appartenenti all’azienda Arena risultano ideali per numerosi stili delle attività natatorie.

Sono fatte di silicone morbido e munite di una comoda lama corta, grazie alla quale è possibile riscontrare un netto sviluppo della potenza. Il loro obiettivo principale è quello di riuscire ad aumentare l’intensità durante le varie sessioni di allenamento. La coppia di pinne assolve al meglio i propri compiti e agevola la circolazione cardiovascolare. La vestibilità appare molto confortevole grazie all’aiuto di una scarpetta in silicone morbido, in grado di calzare in maniera più che precisa. Inoltre, con tali dispositivi il nuotatore ha la chance di sviluppare al meglio un esercizio essenziale per la sua attività, ossia quello del Flutter Kick.

ZIONOR F1 Immersione Pinne Open Heel

PRO

  • Ottime sia per le nuotate che per lo snorkeling
  • Modelli ad elevata robustezza
  • Sicure anche in caso di utilizzo prolungato

CONTRO

  • Considerate da alcuni un pochino scomode
  • Gli agganci della pinna rischiano di staccarsi se non ben allestiti
  • Attenzione alla taglia

Chi è alla ricerca di pinne di ottimo livello sia per nuotate in superficie che per immersioni di una certa entità, può essere soddisfatto grazie alle Zionor F1.

La duttilità è uno dei primi aspetti che saltano all’occhio di questa coppia di prodotti, concepiti con una lama di tipo anatomico per garantire una maggiore efficienza tecnica e una propulsione di primissima categoria. L’attrito dei piedi contro l’acqua viene ridotti ai minimi termini e fa in maniera che il movimento risulti sempre scorrevole. Molto interessante anche il materiale in gomma, concepito per restare al massimo della propria efficienza per un arco di tempo molto lungo. Non dispongono di alcuna ventola e sono anti-scivolo. Quando vengono indossate queste pinne, non bisogna fare altro che pensare a migliorare le proprie prestazioni, senza alcun rischio inerente alla sicurezza in acqua.

Seac Fuga, Pinne da Subacquea per Immersioni e Apnea

PRO

  • Prezzo molto vantaggioso
  • Perfette per la subacquea
  • Ottima spinta e prestazioni di rilievo

CONTRO

  • Non molto adatte per una nuotata in superficie
  • Un pochino troppo rigide

Nella nostra lista di pinne da nuoto di primissima categoria, non potevano mancare le Seac Fuga progettate e realizzate interamente in Italia.

Stiamo parlando di modelli a scarpetta chiusa, adatti soprattutto per le immersioni e lo snorkeling e capaci di trovare un giusto affiatamento con le acque temperate. La scelta del materiale in gomma termoplastica consente una valida protezione per entrambi i piedi, che restano sempre ben fermi e saldi. Le pinne sono coadiuvate da una pala realizzata mediante l’unione di una coppia di polimeri in plastica, capaci di garantire elevata rigidità ai piedi. La resistenza è uno dei massimi vantaggi di questi esemplari, unita alla capacità di durare per un periodo di tempo davvero sorprendente.

Pinne da Nuoto, HIHILL Pinne per Snorkeling e sport Acquatici

PRO

  • Consentono movimenti leggeri durante il nuoto
  • Pinne ottime per lo snorkeling
  • Comode e pratiche

CONTRO

  • Vanno bene per nuotate non troppo lunghe
  • Poco adatte per un’apnea prolungata
  • Prezzo un pochino elevato

Disponibili nelle taglie L e XL, queste pinne per snorkeling appartenenti al marchio HiHill puntano molto su resistenza e praticità.

I modelli si caratterizzano per una conformazione antiscivolo e sono coadiuvati da un’ottima cintura regolabile, che può essere adattata alla struttura delle gambe senza alcuna difficoltà. Dispongono di tre buchi e conferiscono un’elevata velocità alla nuotata grazie ad una metodica riduzione dell’attrito. Le pinne risultano molto leggere e possono essere facilmente trasportate. Tutto ciò non va minimamente a discapito della resistenza, garantita dalla costruzione in silicone TFR ad elevata flessibilità, tanto da poter essere curvate di ben 90 gradi. Con tale sistema, le caviglie e i piedi vengono avvolti in una sensazione di profonda sicurezza.

Cressi Agua Short, Pinne Corte Self Adjusting per Snorkeling e Nuoto

PRO

  • Materiali di alta qualità
  • Comfort e leggerezza garantiti per i piedi
  • Molto pratiche e maneggevoli

CONTRO

  • La porzione pinnata tende a piegarsi dopo vari utilizzi
  • Un po’ troppo larghe
  • La reattività rischia di scendere in un arco di tempo limitato

Ancora una volta un marchio di ottimo livello come Cressi fa il suo ingresso nella nostra carrellata sulle migliori pinne da nuoto in commercio.

I modelli Agua sono stati concepiti per essere adoperati anche da utenti principianti. Questo obiettivo viene raggiunto grazie alla loro capacità di essere indossati con facilità, oltre alla presenza di un sistema di auto-adattamento che consente ai piedi di risiedere in una sensazione di profonda elasticità e leggerezza. Le pinne vengono coadiuvate da una pratica pala in polipropilene, un materiale ad elevata reattività che avvolge i piedi in una totale morbidezza. Molto apprezzate anche le scarpette, fortemente anatomiche e ideali per consentire un utilizzo duraturo senza alcun pericolo. Chi intende effettuare lunghe nuotate o sessioni in apnea di una certa entità dovrebbe prendere in considerazione l’ipotesi di affidarsi a pinne di questo genere.

MARES Hermes – Pinne

PRO

  • Pale molto corte che le rende facilmente trasportabili
  • Comode, pratiche e maneggevoli
  • Ottimo rapporto fra qualità e prezzo

CONTRO

  • Materiali dalla resa discreta, ma non perfetta
  • Poco adatte a professionisti del nuoto e dell’immersione
  • Difficile trovare le taglie più elevate

Le pinne da nuoto Mares Hermes sono state realizzate con lo scopo di garantire un alto grado di comfort e praticità. Vediamo se tali prerogative sono state confermate.

I modelli sono molto interessanti sotto l’aspetto puramente estetico e dispongono di una pala molto corta, ideale in occasione di nuotate piuttosto lunghe. Le scarpette chiuse consentono ai piedi di restare al sicuro anche in corrispondenza di sabbie rocciose e quindi abbastanza pericolose. Sono facilmente trasportabili anche grazie alle loro dimensioni contenute e sono fornite insieme ad un comodo sacchetto in rete. A tutto ciò, bisogna aggiungere la loro capacità di mantenersi al meglio in seguito a lunghe ed estenuanti sessioni di nuoto in piscina.

Seac Team Pinna, Verde

PRO

  • Design accattivante
  • Migliorano di molto la muscolatura delle gambe
  • Perfette per l’allenamento in piscina e non solo

CONTRO

  • Risultano abbastanza larghe
  • Le pinne tendono ad essere troppo rigide
  • Prezzo leggermente alto.

Concludiamo il nostro viaggio fra le pinne da nuoto più interessanti con questa coppia prodotta da Seac.

I modelli Team Pinna sono forniti di una comoda scarpetta chiusa e sono stati realizzati con un versatile materiale in gomma. La comodità e la maneggevolezza sono i due aspetti principali delle pinne, che molto difficilmente tendono a deformarsi in caso di utilizzi prolungati. L’aspetto che sorprende riguarda la loro capacità di garantire una maggiore muscolatura alle gambe, che rende tali esemplari perfetti per i nuotatori alle prime armi che vogliono indirizzarsi verso una soddisfacente carriera agonistica. Inoltre, le pinne risultano adatte anche a sessioni di snorkeling e immersione, restando nel pieno delle loro possibilità anche sott’acqua.

CONCLUSIONI

Fra i vari modelli di pinne da nuoto esaminati, le Rondinella prodotte da Cressi si lasciano preferire per prestazioni di assoluto rilievo. Una valida alternativa, che corrisponde alla soluzione che vi suggeriamo, è costituita dalle pinne Mares Hermes.