venerdì 23 Aprile 19:13
Home Casa e cucina Lampada da tavolo Philips UV-C: disinfettare a basso costo gli ambienti domestici

Lampada da tavolo Philips UV-C: disinfettare a basso costo gli ambienti domestici

Sponsored by Amazon

Philips Lampada da Tavolo UV-C per la Disinfezione di Ambienti

PRO

  • La lampada è dotata di un timer per attivare o disattivare l’apparecchio in maniera automatica
  • Presenza di un sensore di rilevazione del movimento, per interrompere automaticamente il funzionamento della lampada
  • Il dispositivo garantisce zero emissioni di ozono nell’ambiente
  • La lampada è pratica e leggera, nonché estremamente maneggevole
  • Bassi consumi

CONTRO

  • La lampada, seppur efficiente, ha un costo elevato: è acquistabile a un prezzo di circa 120€
  • La guida vocale non è in lingua italiana, il che rende il dispositivo più difficile da usare per un utente che non parlo una lingua straniera
  • L’accensione della lampada non è istantanea, ma prevede un’introduzione vocale di 20 secondi

Alla scoperta della Lampada Philips UV-C

La lampada Philips per la disinfezione degli ambienti è il dispositivo ideale per ripristinare la qualità dell’aria. Semplice e compatta, perfetta per qualsiasi stanza domestica (o, in caso, per l’utilizzo in ufficio), la lampada può essere impiegata facendo affidamento su un timer apposito, utile per far sì che l’apparecchio possa attivarsi o disattivarsi in maniera automatica.

Prima di entrare nel dettaglio, però, è utile esaminare il prodotto sul piano estetico, descrivendone la forma, le peculiarità e facendo luce su peso e dimensioni dello stesso.

Il design della lampada

Un primo aspetto da prendere in considerazione è quello riguardante il design. La lampada Philips UVC è relativamente leggera: il peso dell’apparecchio è pari a 812 grammi, il che la rende estremamente maneggevole.

Trattandosi di un dispositivo da collocare in casa, utile per disinfettare gli ambienti, la lampada può essere spostata da un ambiente all’altro con grande facilità, senza doversi sforzare in modo eccessivo. Particolarmente interessanti sono i dati relativi alle dimensioni: a fronte di un’altezza massima inferiore ai 25 centimetri, la lampada presenta un basamento da 12 x 12 centimetri.

La base quadrata rappresenta l’espediente ideale per favorire la stabilità della lampada. Una volta collocata su un ripiano, infatti, la Philips rimarrà salda e stabile sulla superficie orizzontale.

Trattandosi di una lampada finalizzata alla disinfezione degli ambienti, l’utente sarà interessato a tutti quegli aspetti tecnici che riguardano le potenzialità del dispositivo. Un esempio è dato dalla potenza della sorgente luminosa, in questo caso fissata a 24 watt; si tratta di un valore sufficiente per ripulire le stanze con grande efficacia, senza consumare grandi quantitativi di energia.

Infine, la lampada UV-C vanta una tensione elettrica pari a 230 volt.

Estetica generale della lampada

Dopo averne esaminati gli aspetti strutturali, soffermiamoci sulle caratteristiche estetiche della lampada.

La Philips UV-C può essere impiegata anche come oggetto di design, vantando una linea estetica che, di fatto, la rende perfetta per integrarsi all’interno di un ambiente moderno. Ciò non toglie che la lampada possa trovare impiego in ambienti più classici, contraddistinti da arredi vintage o più ricercati: l’utilità del dispositivo non viene meno.

È altrettanto vero che, in virtù della sua struttura, la Philips UV-C può tornare utile come elemento di design da integrare al mobilio: la lampada è dotata di una linea slanciata, delicata e con forme arrotondate

Una volta collocata nella stanza di destinazione, dunque, ci si renderà subito conto della qualità dell’apparecchio, perfetto per dare un tocco di eleganza in più a una camera o al salotto di casa; senza trascurarne la funzione primaria, ossia la disinfezione degli ambienti, da effettuare sfruttando le funzioni presenti nel dispositivo.

A tal proposito, procediamo con un’analisi più dettagliata delle funzionalità della lampada, descrivendo anche i motivi per cui scegliere la UV-C Philips.

Funzionalità ed efficienza della lampada

In primo luogo, l’azienda produttrice vanta più di 35 anni di esperienza nell’ambito dell’UV-C. La sigla in questione corrisponde nientemeno che alla terminologia “radiazione ultravioletta-C”, ossia una particolare tipologia di radiazione compresa fra 280 e 100 nanometri. La UV-C è nota per essere una radiazione germicida, in grado di modificare l’RNA o il DNA dei microorganismi ambientali.

Da ciò si può dedurre la reale utilità della lampada Philips, perfetta per eliminare i batteri presenti in una stanza, sia essa appartenente a un’abitazione o adibita ad uso commerciale/lavorativo.

Le caratteristiche tecniche

Per quanto riguarda gli aspetti tecnici, dunque, la lampada è dotata innanzitutto di un timer integrato. Il timer può essere impostato a seconda delle esigenze, settandolo per intervalli di utilizzo variabili tra 15, 30 e 45 minuti. La scelta degli intervalli varierà in base alle esigenze ambientali. Ogni stanza richiede una disinfezione differente, e il dispositivo può aiutare a scegliere l’intervallo più adatto per il singolo caso.

L’utilizzo della lampada Philips è facilitato anche dalla presenza di una guida automatica. Quest’ultima è disponibile in quattro lingue differenti, in modo tale da aiutare l’utente in caso di necessità.

Una particolarità di rilievo è data dalla presenza di un sensore di movimento integrato nel dispositivo.

L’elemento suddetto ha una utilità non indifferente: una volta rilevata la presenza di persone o animali, il sensore entra in funzione per spegnere la lampada. Ciò diviene essenziale per evitare che i soggetti in movimento entrino a contatto con i raggi ultravioletti, un aspetto che non fa che amplificare la sicurezza del dispositivo.

Altro aspetto da considerare è la completa assenza di emissioni di ozono da parte della lampada.

Infine, va segnalata la qualità del pannello di controllo del dispositivo, essenziale per garantire un utilizzo semplice e pratico della lampada.

Le conclusioni di Guida allo Shopping

Nel complesso, la lampada UV-C prodotta da Philips può essere considerata tra le migliori presenti sul mercato. Ciò vale, in particolare, per gli evidenti punti di forza del dispositivo, nonché per le molteplici funzionalità presenti al suo interno.

Senza trascurare l’elevato livello di sicurezza insito nelle singole funzionalità della lampada, da usare in qualsiasi stanza della casa senza il timore di subire danni per via dei raggi ultravioletti.

ALTRI PRODOTTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

GLI APPROFONDIMENTI DI GUIDA ALLO SHOPPING