Home Casa e cucina Schiaccianoci: quale scegliere tra praticità, design e sicurezza

Schiaccianoci: quale scegliere tra praticità, design e sicurezza

Sponsored by Amazon

Le noci sono il genere di frutta secca che più viene consumato nelle case di noi italiani. Aprirle a mani nude però può rivelarsi piuttosto difficile, data la durezza del guscio che le avvolge. Scegliere lo schiaccianoci più adatto al compito può rivelarsi il modo migliore per aprirle senza fatica. Inoltre si tratta di un’idea carina anche come regalo per Natale. Vediamo quindi qualche bel modello in commercio.ù

Tescoma 420204 Schiaccianoci, Rosso, 21.5 X 5.3 X 8.5 Cm

Tescoma 420204 Schiaccianoci, Rosso, 21.5 X 5.3 X 8.5 Cm

a EUR 8,50 su Amazon
Robert Welch Hobart Schiaccianoci, Colore: Nero

Robert Welch Hobart Schiaccianoci, Colore: Nero

a EUR 29,26 su Amazon
Relaxdays 10021731 Schiaccianoci, Alluminio, Nero

Relaxdays 10021731 Schiaccianoci, Alluminio, Nero

a EUR 7,06 su Amazon

Schiaccianoci Paderno

schiaccianoci

PRO

  • Lo schiaccianoci Paderno vanta un telaio ergonomico, che consente di impugnare l’oggetto senza provocare un eccessiva sudorazione lungo le dita
  • Lo schiaccianoci è realizzato in acciaio inox, il che significa poter contare su un’eccezionale resistenza strutturale
  • Grandi capacità di frantumazione a fronte del minimo sforzo

CONTRO

  • La grande resistenza agli urti dello schiaccianoci Paderno si traduce anche in un peso complessivo notevole (40 grammi circa)
  • L’utilizzo prolungato del Paderno può provocare affaticamento ai tendini a causa del peso dello schiaccianoci
  • Lo schiaccianoci presenta un disegno estetico semplice ma con rifiniture di bassa qualità

Lo schiaccianoci Paderno, modello 48210-00, è uno schiaccianoci concepito interamente in acciaio inox. L’oggetto presenta il classico telaio ergonomico dalla forma allungata, con le pinze che arrivano a toccare quasi i 20 centimetri di lunghezza. Essendo realizzato nella sua interezza in acciaio, lo schiaccianoci risulta essere particolarmente pesante: il Paderno, infatti, arriva a pesare poco più di 40 grammi, un peso non indifferente e che potrebbe causare qualche fastidio durante l’uso prolungato dell’oggetto. Tuttavia, è pur sempre il corpo in acciaio a garantire un’efficacia impeccabile durante la rottura di gusci, noci e simili. Grazie al suo telaio, il Paderno si dimostrerà perfettamente in grado di rompere qualsiasi alimenti caratterizzato dalla presenza di involucri frantumabili, senza alcuna distinzione. Inoltre, va evidenziato come lo schiaccianoci Paderno sia un prodotto Made in Italy, il che significa avere la certezza di poter fare affidamento su un prodotto valido e di qualità assoluta. Da lodare anche la capacità dello schiaccianoci di resistere all’usura.

Schiaccianoci Granny’s Kitchen

PRO

  • La presenza dell’impugnatura antiscivolo in plastica ruvida evita che durante il suo utilizzo lo schiaccianoci possa scivolare via dalle mani
  • Il telaio dello schiaccianoci Granny’s Kitchen è in grado di frantumare anche le parti organiche più dure
  • Lo schiaccianoci Granny’s Kitchen è realizzato con materiali di notevole qualità

CONTRO

  • Anche per il Granny’s Kitchen il peso dello schiaccianoci diviene un problema durante il suo utilizzo
  • Per quanto i materiali siano pregevoli, le rifiniture dello schiaccianoci sono di scarsa qualità
  • Il perno dello schiaccianoci è piccolo, il che potrebbe comportare non poche difficoltà durante l’apertura delle pinze

Lo schiaccianoci Granny’s Kitchen presenta una forma del tutto analoga a quella del Paderno. Tuttavia, il modello in questione si differenzia da quello descritto in precedenza per un fattore da non trascurare: lungo le pinze, infatti, sono presenti delle comode e pratiche impugnature antiscivolo, fondamentali per utilizzare lo schiaccianoci senza temere che l’oggetto possa cadere dalle proprie mani. Il materiale utilizzato per la concezione delle impugnature è la plastica ruvida, l’ideale per evitare che lo schiaccianoci scivoli senza preavviso. Dal punto di vista delle forme e del design, il Granny’s Kitchen si presenta praticamente identico al Paderno (ritroviamo anche il telaio in acciaio inox), con le pinze che misurano poco più di 15 centimetri. Una particolarità dello schiaccianoci è quella di essere perfettamente in grado di frantumare anche le chele dei crostacei: le sue pinze in acciaio inox, infatti, si presentano solide e particolarmente resistenti, il che consente di adoperare lo schiaccianoci per qualunque tipologia di operazione legata alla frantumazione di alimenti duri/secchi.

Schiaccianoci Relaxdays

PRO

  • A differenza degli schiaccianoci precedenti, il telaio in alluminio del Relaxdays garantisce un’eccezionale leggerezza all’intera struttura dell’oggetto
  • Il Relaxdays si dimostra particolarmente ergonomico grazie alle pinze in legno, che favoriscono una presa di grande qualità
  • Il movimento a molla consente di esercitare una notevole pressione sui gusci

CONTRO

  • I manici in legno potrebbero dare fastidio alle mani in caso di utilizzo prolungato dello schiaccianoci
  • I manici, oltre che leggermente scomodi, sono delicati e facili alla rottura
  • La qualità della molla non è eccelsa, al punto tale che potrebbe raggiungere l’usura dopo pochi utilizzi

Lo schiaccianoci Relaxdays, in particolare il modello 10021731, presenta un design completamente differente rispetto a quelli presi in considerazione fino ad ora. In questo caso, infatti, ci troviamo di fronte a un modello dotato di comodi manici in legno, perfetti anche per coloro che avessero le mani piuttosto minute. Per quanto riguarda il meccanismo di frantumazione, non troviamo più una pinza dotata di un perno centrale da allargare e restringere: al contrario, il Relaxdays vanta la presenza di una molla a trazione collocata lungo l’asse centrale dello schiaccianoci. Per rompere i gusci e gli involucri degli alimenti sarà sufficiente inserirli all’interno della tenaglia e procedere con una pressione lungo le pinze dell’oggetto, avvicinandole tra loro durante il movimento. Il telaio metallico del Relaxdays, invece, dispone di una struttura leggera in alluminio. È un vantaggio non indifferente, quello indicato, che consente di utilizzare lo schiaccianoci in questione senza affaticare braccia e mani durante il movimento arcuato.

Schiaccianoci Capalta

PRO

  • La combinazione tra il telaio in alluminio e le forme ergonomiche rendono il Capalta uno schiaccianoci estremamente pratico in cucina
  • La frantumazione è impeccabile, garantita dalla presenza di poco meno di un centinaio di dentini metallici collocati all’interno dell’imbuto
  • Le impugnature antiscivolo evitano lo scivolamento dello schiaccianoci dalle mani

CONTRO

  • Durante l’utilizzo dello schiaccianoci, il movimento delle pinze provoca un rumore sgradevole e fastidioso
  • Lo schiaccianoci Capalta funziona bene, ma i materiali con i quali è realizzato non sono di elevata qualità
  • Le rifiniture dello schiaccianoci sono di bassa qualità estetica, un dettaglio che si nota a vista d’occhio

Lo schiaccianoci Capalta presenta un design a metà tra quello del Relaxdays e del Granny’s Kitchen. Ciò che lo accomuna al Relaxdays è la forma delle pinze e dell’area di frantumazione, quest’ultima caratterizzata dalla tipica forma a imbuto per il contenimento del cibo frantumato. Il fattore che invece lo accomuna al Granny’s Kitchen è la presenza delle pratiche impugnature antiscivolo, collocate sul lato esterno delle pinze. Le impugnature, in questo caso specifico, non sono più realizzate in plastica dura, bensì in silicone. Dal punto di vista della rottura degli alimenti, il Capalta è dotato di 90 denti acuminati collocati all’interno dell’area di frantumazione. Per quanto riguarda il telaio, invece, ritroviamo una pratica struttura in alluminio, fondamentale per garantire all’oggetto un’ottima leggerezza strutturale. Va inoltre sottolineato come nei pressi della molla sia presente un ulteriore spazio per procedere con la frantumazione di noci e noccioline, così da eseguire una doppia rottura degli alimenti con una sola e unica operazione.

Schiaccianoci Kilimazart

PRO

  • Lo schiaccianoci Kilimazart presenta forme perfettamente ergonomiche, con le operazioni di frantumazione che risultano estremamente semplificate
  • Lo schiaccianoci vanta semplici impugnature antiscivolo, ma perfette per garantire all’utente una presa salda
  • L’ampio diametro del Kilimazart consente di frantumare anche noci di grandi dimensioni

CONTRO

  • La molla dello schiaccianoci Kilimazart può ossidarsi con grande facilità, portando rapidamente alla rottura dell’oggetto
  • A fronte di un utilizzo prolungato, lo schiaccianoci potrebbe iniziare a manifestare qualche problema dal punto di vista dell’affidabilità
  • Il telaio in lega di zinco è resistente, ma anche piuttosto pesante

Lo schiaccianoci Kilimazart presenta un design simile a quello dello schiaccianoci Capalta e del Relaxdays. Ritroviamo le pinze allungate e l’imbuto per contenere i gusci degli alimenti frantumati. Tuttavia, siamo di fronte a uno schiaccianoci caratterizzato da un telaio differente: non più alluminio o acciao inossidabile, bensì un particolare telaio in lega di zinco di qualità notevole. Dal punto di vista del funzionamento, il Kilimazart è dotato di una molla collocata sull’asse centrale dello schiaccianoci. Sul piano dell’ergonomia, lo schiaccianoci Kilimazart presenta pratiche impugnature antiscivolo collocate nei pressi del lato esterno delle pinze. Le impugnature consentono di facilitare enormemente l’utilizzo dello schiaccianoci, che in ogni caso lavora in maniera egregia. Per quanto riguarda le capacità di frantumazione, l’imbuto del Kilimazart è in grado di frantumare alimenti che presentino un diametro massimo di 4-4,5 centimetri. Si tratta di una misura ideale, che consente di collocare all’interno dell’oggetto noci, noccioline e qualsiasi altro alimento di forma tonda o irregolare.

Schiaccianoci Anwenk pesante con manico in legno

PRO

  • Robusto e con metallo leggero, rifinito nei materiali e nei dettagli, facile da usare anche grazie ai comodi manici in legno che consentono una presa sicura e forte.
  • Comodo anche per aprire tappi in plastica.

CONTRO

  • Apertura troppo piccola, e macchinoso da usare con elementi piccoli come le noci. Con un po’ di pazienza e manipolando un po’ il frutto è comunque possibile aprire anche quelli più piccoli.
  • La molla di richiamo è un po’ rumorosa e l’apertura della morsa è inferiore rispetto ai modelli più classici.

Questo modello di schiaccianoci è realizzato in alluminio smaltato e manici di legno, di alta qualità che consentono una presa decisa e comoda per una rottura più efficace e senza sforzo dei gusci.
La molla, abbastanza dura, consente un’apertura immediata della pinza dopo la rottura dei gusci, mantenendo anche le briciole ed evitando che si spargano ovunque.
Può essere impiegata per rompere noci pecan, nocciole, mandorle, noci, noci del Brasile ecc.
Non è adatta però per noci dal guscio più duro.
Il diametro della pinza è di circa 5 cm, e la lunghezza totale dello strumento di 15 cm.
Oltre ad essere usato come schiaccianoci, questo utile attrezzo può essere impiegato come apribottiglie, e funziona egregiamente con i tappi in plastica.
Uno strumento semplice ma utile per chi cerca affidabilità e robustezza ad un prezzo ragionevole.

Schiaccianoci Lacor

PRO

  • Prezzo conveniente se confrontato con altri prodotti realizzati con materiali più scadenti.
  • Funzionamento ottimale con le noci, che si aprono senza troppa fatica, ma un po’ macchinoso con frutti di dimensioni più piccoli che richiedono un po’ di manipolazione per essere sistemati a dovere nella morsa.
  • Materiali robusti che ne garantiscono la durata e la resistenza.

CONTRO

  • Rispetto a molti altri modelli il prezzo potrebbe risultare eccessivo, ma la qualità dell’oggetto vale il prezzo pagato.
  • C’è solo un piccolo problema nel riuscire a rompere le nocciole, molto più piccole rispetto alle noci, ma trovando la giusta posizione all’interno delle pinze si riesce ad aprire anche quelle.

Modello in alluminio molto pesante che ne garantisce la robustezza, ha un’impugnatura ergonomica e comoda per una presa sicura e forte.
Riesce senza troppo sforzo a rompere il guscio delle noci a metà, senza per questo rovinare il frutto al suo interno, dosando bene la forza e la pressione.
Oltre alla funzione di schiaccianoci, che è quella principale, consente a chi ha problemi con i tappi delle bottiglie di aprirle con estrema facilità. Soprattutto se si tratta di tappi in sughero o a vite. Basterà avvolgere la pinza intorno al tappo, serrare i manici e girare e il tappo scivolerà via senza problemi o resistenze.
È un prodotto piuttosto robusto, con un rapporto qualità prezzo davvero eccezionale che non farà pentire sicuramente chi lo acquisterà. Adatto soprattutto a chi cerca un attrezzo affidabile, robusto e duraturo che non si rompa dopo pochi utilizzi.

Schiaccianoci Tescoma Rosso

PRO

  • Leggero, robusto e maneggevole anche dai bambini senza il rischio di farsi male.
  • Mantiene il guscio al proprio interno senza spargimenti vari e utilizzando la giusta pressione si riesce a mantenere il frutto integro senza spappolarlo.
  • Rapporto qualità prezzo davvero eccezionale.

CONTRO

  • È un prodotto semplice ed affidabile, che non ha riscontrato in chi lo utilizza particolari difetti, ne di fabbricazione ne di utilizzo.

Questo schiaccianosi in metallo resistente, di colore rosso e con impugnatura ergonomica, è l’ideale per chi cerca uno strumento resistente, robusto e che svolge il proprio lavoro al meglio: rompere i gusci delle noci senza schiacciarne il contenuto.
È ideale per rompere gusci di diversi frutti secchi come noci, nocciole, noci brasiliane ecc… tra l’altro mantiene le schegge al suo interno evitando che si spargano ovunque.
Oltre a funzionare come schiaccianoci, è ideale anche per aprire i tappi delle bottiglie, infatti i dentelli presenti all’interno della morsa fanno presa sul tappo e consentono l’apertura in un attimo. Questo facilita molto le persone anziane, che molto spesso fanno fatica ad aprire le bottiglie di plastica con la sola forza delle mani.
Il colore rosso poi gli conferisce un’aria elegante ed innovativa, ideale per chi, oltre alla funzionalità del prodotto, ricerca anche un minimo di design.

Schiaccianoci Robert Welch Hobart nero

PRO

  • Robusto, resistente e progettato per assolvere a pieno al compito di schiacciare noci e altra frutta secca.
  • Alte prestazioni che consentono la rottura del guscio esercitando una pressione graduale.
  • Ingombro minimo nonostante il peso eccessivo della ghisa, che gli conferisce comunque robustezza ed affidabilità.

CONTRO

  • Prezzo piuttosto elevato rispetto ai modelli precedenti, ma giustificato dalla qualità dei materiali impiegati e dalla fruibilità dell’oggetto.
  • Il piattino dove posizionare la frutta secca ha una concavità molto accentuata che può rivelarsi un problema per frutta di dimensioni contenute. Problema risolvibile ponendo all’interno di essa una moneta come spessore.

Per chi invece desidera un oggetto insolito e dal design ricercato, questo particolare tipo di schiaccianoci è davvero l’acquisto ideale. Il design riprende quello iconico originario disegnato da Robert Welch nel 1964 e la ghisa, materiale scelto per questo prodotto, gli conferisce un’aria vintage che funziona molto bene per gli amanti delle cose classiche.
È progettato per schiacciare le noci con estrema facilità, grazie al suo sistema a vite che consente di esercitare una pressione graduale sul guscio della noce, creando delle crepe all’esterno e mantenendo il frutto intatto. Basterà poi rimuovere manualmente i residui per avere il gheriglio pronto per essere mangiato interamente.
Particolarmente robusto e pesante, questo modello resiste bene al tempo e all’utilizzo prolungato, regalando prestazioni elevate, tanto da essere uno dei pochi modelli fornito di una garanzia di 25 anni.

CONCLUSIONI

In commercio esistono molte tipologie di schiaccianoci, I prodotti esposti in questo articolo potranno incontrare le vostre esigenze, facendovi risparmiare molti soldi a fronte dell’acquisto di oggetti robusti e duraturi. Se badate in modo particolare anche al design vi consiglio di scegliere il modello proposto dalla Robert Welch Hobart.