Home Sport e tempo libero Libri Un viaggio con la macchina del tempo grazie ai migliori libri di...

Un viaggio con la macchina del tempo grazie ai migliori libri di fantascienza

Sponsored by Amazon

La fantascienza è un genere letterario molto ampio, che cattura un gran numero di appassionati, con tracce che accelerano al ritmo del progresso. Un filone che si colloca a cavallo tra scienza e fantasia, che abbraccia temi politici, sociali o individuali e dà luogo a profonde riflessioni nelle quale ognuno di noi almeno una volta nella vita dovrebbe perdersi. Ecco dunque dei libri che ci sono piaciuti molto, tra chicche e grandi classici, e che vogliamo consigliarvi.

Libri di fantascienza: Il ciclo delle fondazioni di Isaac Asimov

PRO

  • Temi importanti che fanno riflettere e lettura scorrevole
  • Disponibile anche in formato elettronico
  • Libro attuale che racconta la storia dell’uomo malgrado sia stato scritto tra il 1951 e il 1953

CONTRO

  • Il quarto libro, che faceva parte di questo ciclo, rimosso inspiegabilmente dalla Mondadori
  • Verte molto sui temi della politica e dell’economia, se poco interessati a questi può risultare un libro poco emozionante e prolisso

Se c’è un simbolo che contraddistingue il genere dei libri di fantascienza questo è Isaac Asimov e la trilogia Il ciclo delle fondazioni una delle sue opere meglio realizzate. Personaggi freschi e genialità della storia. Se si ama l’universo, i viaggi interstellari, il destino che attende pianeti e popoli appartenenti a mondi lontani, questo autore sarà letteralmente in grado di catturare anima, cuore e testa.
Le storie scorrono velocemente e, pagina dopo pagina, il libro sarà presto divorato da un susseguirsi di eventi, personaggi, lotte e sopravvivenze e colpi di scena. Asimov possiede la grande capacità di narrare in modo fluido, di fantasticare di lungimiranza e di scrivere con chiarezza.
Per chi è un amante del genere, Asimov e questa saga non può certo mancare nella sua speciale libreria dedicata al genere della fantascienza. Un vero e proprio must della letteratura fantastica, da cui hanno attinto molti autori per film e libri successivi a questo.

Libri di fantascienza: Hunger Games di Suzanne Collins

PRO

  • Coinvolgimento emotivo che farà acquistare subito il secondo libro per non far passare neanche un giorno dalla fine del primo
  • Trilogia intensa e umana, in cui la protagonista emerge in tutto il suo splendore per la commovente capacità di sopravvivere

CONTRO

  • Narrazione in prima persona che lascia meno spazio al racconto dei fatti veri e propri
  • Ai lettori più esigenti appare come un libro scritto in modo troppo semplice e banale, quasi piatto e prevedibile

Hunger Games di Suzanne Collins è una trilogia che si legge tutta d’un fiato, che non appena concluso un ciclo si muore dalla voglia di cominciare il successivo. Hunger Games è un classico del genere da consigliare soprattutto ai più giovani per spingerli e farli appassionare a questo magico mondo che è la lettura. Per gli adulti è invece un romanzo dedicato a tutti coloro che hanno voglia di emozionarsi con il viaggio in piena regola compiuto da un eroe narrante.
Ambientato in un nord America apocalittico, il libro narra la storia di un’adolescente costretta a combattere per la vita in un reality show. Una trama surreale nella quale la caratterizzazione dei personaggi è sublime e precisa. Una narrazione che parla di dignità e sopravvivenza, di coraggio e amore, temi che non vengono mai affrontati in modo banale e scontato. Assolutamente una trilogia da non perdere.

Libri di fantascienza: Le guide del tramonto di Arthur C. Clarke

PRO

  • Una trama capace di far riflettere su com’è il mondo e come potrebbe essere
  • Un libro attuale e senza tempo malgrado sia stato scritto nel 1953
  • Mistero, spazio e realtà straordinarie, tutto ciò che deve avere un grande romanzo della fantascienza

CONTRO

  • Non adatto a chi cerca azione nei libri
  • Lettura scorrevole e suspense ben mantenuto fino in fondo, ma la ricreazione di alcune immagini è piuttosto banale
  • Le tre fasi in cui è suddiviso il libro lasciano poco spazio all’immaginazione del lettore

Arthur C. Clarke è sicuramente noto ai più come l’autore di 2001 Odissea nello spazio, romanzo dal quale il regista Stanley Kubrick ha tratto la sceneggiatura per il suo altrettanto famoso film. Ma i veri appassionati di fantascienza sanno che Le guide del tramonto è una vera sorpresa e un libro da non perdere nella sterminata bibliografia dell’autore. Una pietra miliare all’interno di questo genere letterario.
Un incontro tra due civiltà diverse e agli antipodi, l’una, quella terrestre, all’apice del suo splendore, l’altra, quella delle creature chiamate Superni, avvolta dal mistero e dall’aspetto demoniaco. Il tema di fondo è la continua ricerca del genere umano della conoscenza degli abissi enigmatici dell’universo. Una storia coraggiosa, che tiene incollati fino all’ultima pagina per poi terminare con un finale inaspettato.

Libri di fantascienza: Il Mondo Nuovo di Aldous Huxley

PRO

  • Dialoghi e descrizioni ben bilanciati tra loro
  • Spunti che richiamano alla realtà odierna, malgrado il libro sia stato scritto quasi 100 anni fa

CONTRO

  • La traduzione non sempre sembra rispecchiare le reali intenzioni dell’autore, meglio leggere la versione in inglese
  • Lettura che richiede una certa applicazione per non risultare noiosa, pesante o lenta

Il Mondo Nuovo di Aldous Huxley è stato scritto nel 1932, in un tempo lontano e un mondo completamente diverso. Questo particolare fa capire ancora meglio la grande capacità che ha avuto l’autore di immaginare e vedere il futuro, vista l’incredibile attualità di questo romanzo senza tempo. Un libro in cui tutto è al rovescio, in cui la famiglia non esiste e l’amore di un padre e una madre è considerato impuro e blasfemo.
Non c’è libero arbitrio, è stato il prezzo da pagare per avere la pace, ci sono due realtà, una quella artificiale dove gli umani sono divisi per gerarchia sociale, l’altra quella selvaggia, dove chi ne fa parte cercherà di far aprire gli occhi all’altra metà priva di valori, ma senza riuscirci.
Un intento fallito che fa cadere nella più cupa disperazione.

Libri di fantascienza: Frankenstein di Mary Shelley

PRO

  • Testo coinvolgente e interessante, niente a che vedere con le trasposizioni cinematografiche
  • Testo di facile lettura
  • Edizioni Mondadori con volume rilegato e copertina cartonata

CONTRO

  • Purtroppo il più famoso film può allontanare dalla lettura di questo bellissimo romanzo
  • Alcune edizioni economiche lasciano molto a desiderare quanto a forma con errori di scrittura e una traduzione alquanto imprecisa

Un classico di questo genere, un libro senza tempo, letto ieri come oggi con la stessa grande passione. È Frankenstein di Mary Shelley. Un filone che potrebbe non piacere, ma che se solo si prova a sfogliare le prime pagine si rimane letteralmente affascinati dalla capacità dell’autrice di leggere i personaggi, di calarsi all’interno della loro personalità e dei loro stati d’animo.
È forte il contrasto tra l’impetuoso carattere del protagonista e la freddezza fissa e immutabile della natura circostante. Un animo sensibile che viene emarginato per il suo aspetto, un tema purtroppo attualissimo che trova grande eco nella realtà di tutti i giorni. Un romanzo che non parla di mostri, ma di diversi e presunti normali.

CONCLUSIONI

La lettura è tutta una questione di gusti, ciò che ammalia un lettore, può annoiarne un altro. È perciò difficile dare consigli, ma dovessi cominciare la lettura da uno dei cinque, la scelta ricadrebbe su Hunger Games.